martedì 21 luglio 2015

Audi R8 Fari Full Led e Spot Laser | Prova in Pista

Guardandola per la prima volta, senza porci molta attenzione pare di essere dinanzi al modello precedente, ma facendo più attenzione si nota la calandra nuova ed i fari full Led con spot Laser.


E poi, dietro alle porte, l'inserto di carbonio, il sideblade, è spezzato in due e questo dà maggior slancio alla linea. Osservandola meglio, però, ci si accorge che è anche più corta, un po' più larga e un filo più bassa e con l'abitacolo molto spostato in avanti.

In realtà questa Audi R8 è tutta nuova, a incominciare dalla scocca di alluminio, ma con la parte centrale di carbonio (condivide la stessa piattaforma della Lamborghini Huracàn), che è molto più rigida (+40% quella torsionale), ma allo stesso tempo più leggera di quella precedente. Dentro, poi, una vera rivoluzione. L'abitacolo è stato completamente ridisegnato.

Il quadro strumenti è composto da un unico schermo Tft da 12,3 pollici, molto simile a quello della TT, che è configurabile nei modi più svariati. Si possono scegliere forma e numero degli indicatori oppure decidere di dare maggior spazio al navigatore, consentendo a chi guida di osservarlo senza distrarsi: una bella soluzione, pratica, intelligente oltre che scenografica.

Audi R8
Audi R8

Il resto dell'abitacolo è molto minimal, semplice, elegante realizzato con la solita cura ineccepibile. Sul volante ora vi sono quattro satelliti: sui due di destra trovano posto il pulsante di avviamento e quello che gestisce le linee di scarico, su quelli a sinistra l'Audi Drive Select e il selettore Performance.

Il primo permette di selezionare quattro diverse modalità di guida (Comfort, Auto, Dynamic e Individual), il secondo di passare al set-up performance, che a sua volta permette di ottimizzare i sistemi di bordo in funzione del coefficiente di aderenza.

Ha tre posizioni: Dry, Wet e Snow, e interviene sull'Esp, sul Traction control e anche sulla ripartizione della coppia tra i due assali. (quattroruote)

Nessun commento: