sabato 14 novembre 2015

Orologi tecnologici che fanno moda per Autunno inverno 2015-16

Autunno inverno 2015: di moda gli orologi tecnologici che semplificano la vita, come il nuovo TAG Heuer Connected Whatch, il primo orologio Svizzero realizzato in collaborazione con la tecnologia Intel Inside e che funziona con Android Wear. Ecco 5 motivi perché il nuovo Tag è già nella nostra wishlist dei Regali di Natale 2015:

Il TAG Heuer Connected Whatch è il primo orologio digitale assemblato con tecnologia Intel, pur rimanendo un orologio di lusso che si avvale degli oltre 150 anni di competenza orologiera, savoir-faire e tradizione svizzeri di TAG Heuer.
Il TAG Heuer Connected Whatch è un orologio di lusso con il suo quadrante, la minuteria e i "contatori interattivi", in grado di coniugare connettività e intelligenza informatica con la tradizione orologiera svizzera. L'orologio è dotato, infatti, di un processore Intel® AtomTM serie Z34XX che funziona sulla piattaforma Android Wear. Intel ha progettato l'intelligenza dell'orologio per ottimizzare le prestazioni e consentire una serie di opzioni di connettività tra cui streaming audio, Bluetooth e Wi-Fi, permettendo all'utente di usufruire delle molteplici funzioni offerte dal sistema operativo Android Wear. Insomma è il nuovo compagno ideale per vivere, viaggiare, informarsi, connettersi e molte altre cose...
Il TAG Heuer Connected, con 4 GB di memoria e una batteria al litio di ultima generazione che garantisce un'intera giornata di autonomia, è dotato di un piccolo microfono per comunicare mediante comando vocale Google e di schermo tattile in zaffiro - complemento indispensabile alla corona con i comandi alle ore 3. L'insieme, certificato IP67, è impermeabile per la vita quotidiana.
E se non avete con voi il telefono? Nessun problema. L'orologio continuerà a calcolare, visualizzare e scambiare dati e rimarrà connesso al cloud fintanto che sarà disponibile una connessione Wi-Fi. Ovviamente, le applicazioni residenti (musica, timer, sveglia, podometro) resteranno attive anche in assenza di connessione. fonte www.elle.it







 

Nessun commento: