mercoledì 16 dicembre 2015

#Ford Focus RS: un primo “assaggio”

In Belgio, sulla pista prove della Ford, abbiamo percorso i primi chilometri con la Focus RS: solo come passeggeri, ma il divertimento non è mancato. 


La nuova Ford Focus RS è una di quelle sportive delle quali i numeri, per quanto impressionanti (351 cavalli e 4,7 secondi dichiarati per lo “0-100”), non dicono tutto.

Ci sono bastati un paio di giri, purtroppo solo come passeggeri, sulla pista prove di Lommel (a un centinaio di chilometri da Bruxelles) per averne la conferma: su un tracciato tortuoso e ondulato, reso ancora più insidioso dalla fitta pioggia, questo bolide ci ha esaltati per l’agilità fra le curve e per la vigorosa spinta del suo 2.3 turbo, oltre che per il suo rombo.
Ford Focus RS
Ford Focus RS

PRIMO ROUND - Percorriamo il primo giro con la nuova Ford Focus RS insieme a Daniel, un collaudatore d’esperienza che ci fa saggiare la prontezza negli inserimenti di questa sportiva, e come con relativa facilità si riesca a far derapare leggermente il posteriore della vettura in uscita di curva: la trazione è integrale, ma fino al 70% della coppia viene trasferita al retrotreno.

Qui un differenziale meccanico, grazie a due frizioni controllate elettronicamente (sono capaci di intervenire fino a 100 volte in un secondo), regola la spinta a ogni singola ruota: è il cosiddetto Dynamic Torque Vectoring, come ci spiegano i responsabili dello sviluppo di questa vettura.

In pratica, aumentando la spinta sulla ruota esterna, l’auto punta il “muso” verso l’interno della curva (è un po’ il principio usato per far girare i carri armati e gli altri mezzi cingolati). Fonte AlVolante

Nessun commento: