lunedì 1 febbraio 2016

#FordFocus: #Emozione…#Integrale

Sono passati più di 20 anni dal lancio dell’ultima Ford 4x4 ad alte prestazioni: la nuova Focus RS regala le sensazioni (e le prestazioni) di una macchina da rally. 


Ecco com’è andato il nostro test. Dopo aver saggiato come passeggeri le doti della nuova Ford Focus RS, finalmente è venuto il momento di mettersi al volante dell’auto che tanti appassionati aspettavano: era dal 1995, dai tempi della Escort RS 2000, che mancava una vettura a trazione integrale sviluppata dalla divisione Rally Sport della Ford.

Ford Fcus RS
Ford Focus RS

L’ultima novità della casa dell’Ovale Blu punta a spiccare tra le sportive di questa categoria non soltanto per la straordinaria potenza del suo 2.3 turbo (351 cavalli, 34 in più di più di quanti ne eroga nella Ford Mustang), ma, soprattutto, per come li scarica a terra.

L’evoluto sistema di trazione integrale privilegia l’asse posteriore (a cui arriva fino al 70% della coppia); qui, un differenziale a controllo elettronico ripartisce, grazie a due frizioni, la spinta verso la singola ruota. Obiettivo?

Ottimizzare la trazione e aiutare la direzionalità in curva: aumentando la coppia sulla ruota esterna, l’auto tende a girare meglio (è un po’ il principio con cui si muovono i mezzi cingolati). La Ford chiama questa funzione Dynamic Torque Vectoring.

Fonte Alvolante

Nessun commento: