giovedì 11 agosto 2016

Fotocamera Xiaomi Yi 4K pregi e difetti

Xiaomi torna per la seconda volta a calcare la passerella delle action cam, e lo fa con un modello di punta che mira al cuore delle GoPro. 


La confezione è molto semplice, ed al suo interno racchiude solo la action cam, un (cortissimo) cavetto USB-micro USB per la ricarica / trasferimento dati, ed i manuali del caso.

Fotocamera Xiaomi Yi 4K
Fotocamera Xiaomi Yi 4K
|"In compenso la scatola non è il classico cartone un po’ anonimo di Xiaomi, ma ha le stampe della action cam sopra e sotto. 
La microSD, necessaria per registrare foto e video, non è inclusa. La forma, e soprattuto le proporzioni, della Yi 4K è diversa da quelle tradizionali simil GoPro, pregiudicando l’utilizzo degli accessori di quest’ultima, il che è un po’ un peccato, ma del resto valeva praticamente lo stesso anche per il precedente modello.

Xiaomi Yi 4K è basata sul processore Ambarella A9SE, ed è dotata di sensore Sony IMX377 con f/2.8, ed angolo di ripresa massimo di ben 155°.

Abbiamo comunque già dettagliato le sue caratteristiche tecniche in un precedente articolo, e non ci dilungheremo ulteriormente su di esse, quanto su come si traducano in pratica.

Yi 4K è del tutto autonoma, grazie al display touchscreen posto sul retro, che si vede bene anche con luce diurna, e che non perde un tocco, rendendovi del tutto indipendenti dallo smartphone (rimane comunque valida l’app di Xiaomi di cui parleremo dopo).

Tramite lo schermo sarà possibile commutare facilmente tra le varie impostazioni e modalità di ripresa: foto, video, burst, time lapse, slow motion, ecc.

Fonte: MobileWorld

Nessun commento: