lunedì 19 settembre 2016

PC e connessioni sanitarie in pericolo

La sicurezza informatica dei dispositivi medici, delle reti e dei computer delle aziende ospedaliere è, come dimostrano recentissimi casi avvenuti in diverse parti del mondo, un aspetto non più trascurabile. 


Il rischio cresce di pari passo con la percentuale di dematerializzazione dei processi amministrativi, della dipendenza da apparati medicali informatizzati e della quantità e tipologia di dati memorizzati dalle aziende ospedaliere.

PC e conessioni sanitarie in pericolo
PC e conessioni sanitarie in pericolo

Il governo italiano ha avviato, sin dagli anni 90, un importante programma volto ad introdurre nella pubblica amministrazione (PA) strumenti informatici ad ogni livello in modo da rendere sempre più l’informatica un elemento di base per l’esecuzione di ogni processo dell’amministrazione con il triplice obiettivo di:
  • favorire lo snellimento delle procedure, ridurne i tempi di esecuzione e, di conseguenza, migliorare la qualità stessa dei servizi e come questa è percepita dai cittadini
  • rendere più economico lo svolgimento degli stessi servizi al fine di ridurre l’impatto che la macchina amministrativa ha sul bilancio dello Stato
  • raggiungere più facilmente i cittadini stessi favorendo l’interazione anche attraverso i mezzi di comunicazione più moderni che la cittadinanza è in grado di abbracciare con una velocità ben maggiore di quanto l’amministrazione stessa riesca a fare.
Fonte: http://www.quotidianosanita.it/

Nessun commento: