mercoledì 23 novembre 2016

Grande personalità la Toyota C-HR prototipo doppia motorizzazione

Estetica "da prototipo", doppia motorizzazione che strizza l’occhio all’ibrido e trazione integrale. 


La crossover-coupé giapponese sguinzaglia le proprie armi con doti dinamiche sorprendenti.


C-HR è un crossover coupé e il suo nome sta per Coupé High-Rider, quindi una coupé a guida alta.
Si tratta di un crossover urbano compatto, lungo 4,36 m e pensato per mettere in difficoltà altre agguerrite concorrenti, come la Fiat 500X, la Jeep Renegade, la Nissan Qashqai e la Peugeot 3008.

I giapponesi ci hanno raccontato che il suo stile ha tratto ispirazione da un diamante, per cui si evolve tra linee molto tese e un profilo aggressivo che si slancia verso il posteriore con un andamento dinamico e con dei grossi montanti che irrobustiscono la coda.

Le sue misure a prova di metropoli, nascondono per l'occasione anche la trazione integrale, anche se la sua offerta è destinata a un pubblico amante dell'originalità e dell'anticonformismo, a cui piace soluzioni tecnologiche ma pratiche, che usa l'automobile per le vacanze e i viaggi, senza avventurarsi in percorsi particolarmente bruschi.

Il target che Toyota prevede di raggiungere è composto da uomini e donne con età compresa tra i 25 anni e i 55 anni, benestanti, dinamici, che amano le emozioni e vogliono sperimentare qualcosa di diverso.

Leggi articolo originale

Nessun commento: