mercoledì 8 febbraio 2017

Snapchat entra in borsa a Wall Street

Il fantasma dell’ipo di Snap, la società che controlla il sistema di messaggistica istantanea Snapchat, si è materializzato a Wall Street dopo mesi di continue indiscrezioni e round di finanziamenti stratosferici che hanno portato il valore teorico tra 21 e 25 miliardi di dollari. 


Non a caso la società il cui simbolo è proprio il fantasmino legato alla caratteristica più nota del sistema, ovvero la cancellazione automatica di messaggi e video entro pochi secondi o minuti dalla ricezione, è la più nota nel gruppo dei cosiddetti Unicorni di Wall Street:

Ovvero le startup con una valutazione teorica superiore al miliardo di dollari prima della quotazione stessa.
Se la formalizzazione della domanda di quotazione ha entusiasmato venture capital e investitori della prima ora, a partire dai fondatori, i dettagli sui conti che la società è tenuta a comunicare hanno invece suscitato più di un dubbio:
Per non parlare di timore, tra gli inserzionisti, che dovranno decidere se Snapchat si candida a essere la nuova Facebook o una novella Twitter, se non peggio. 
Leggi articolo originale

Nessun commento: