lunedì 27 marzo 2017

Rottamazione cartelle Equitalia: attenzione alle trappole

La rottamazione delle cartelle di Equitalia riguarda migliaia di italiani. Ma in questo mare di date, scadenze e proroghe spesso si nasconde qualche trappola. 


E una di queste la svela Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori che mette in guardia i contribuenti:

Va bene la proroga al 21 aprile per la scadenza della domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali, ma non basta!
Non basta perchè dare appena 21 giorni in più non è sufficiente per evitare le code fuori dagli uffici di Equitalia, a meno che si cambiano le istruzioni per l'invio del modulo di richiesta DA1 ed Equitalia, come avrebbe dovuto fare fin dall'inizio, non si decide ad indicare la possibilità di spedire il modello anche con raccomandata a/r.

Poi la trappola vera e propria sulla scadenza e sulle rate:
Non pagate in ritardo la seconda rata perchè non solo salta la rottamazione, ma salta anche il vecchio piano di dilazione.
Attualmente, infatti, -spiega Dona- sono segnalate 3 solo modalità: on line con credenziali di accesso, via posta (e-mail o pec) o presso gli sportelli dell'Agenzia.

Inevitabile, quindi, che gli anziani che non hanno il computer siano costretti a stare in coda per ore.

Leggi articolo originale

Nessun commento: