giovedì 15 giugno 2017

Sognare è vivere: storia di amore e di tenebra

Un progetto coltivato per ben otto anni quello scelto da Natalie Portman per il suo debutto dietro la macchina da presa, nato come da lei stessa dichiarato durante una chiacchierata col noto scrittore connazionale Amos Oz e adattamento del romanzo autobiografico

Una storia di amore e di tenebra, scritto dallo stesso Oz. L'attrice israeliana, nata a Gerusalemme, si riserva anche il ruolo di assoluta protagonista di questa vicenda ambientata proprio nella Città Santa durante il periodo dell'immediato dopoguerra. In Sognare è vivere la bella Fania, moglie infelice di un aspirante scrittore e madre del piccolo Amos, si rifugia nei sogni per sfuggire ad una vita monotona in cui le ombre del conflitto israelo-palestinese allora sul nascere posero l'ennesimo ostacolo alla sua costante ricerca di felicità ed equilibrio interiore.

Nessun commento: