martedì 13 giugno 2017

Test drive #AMboxing per la nuova Ford Edge

Da oggi è anche il SUV di casa Ford, una bestia da 18 quintali e oltre quattro metri e 80 di altezza. Già, Ford Edge. 


SUV con doti off road che bisogna anzitutto ammirare, e poi guidare.

Eredita il family feeling e l’approccio alla dimensione pratica dei pickup statunitensi, lo vedi nella grande calandra davanti, e nelle nervature delle fiancata.
La firma luminosa è di grande impatto, specialmente dietro, dove una linea di LED percorre tutta la larghezza, pari a oltre un metro e novanta.
L’altezza è di quasi uno e settanta, a indicare come le proporzioni ne determino una vettura possente e abile su tanti tipi di percorso.
I cerchi sono da venti pollici, dietro il lunotto è molto ampio a favorire le manovre, mentre alcuni virtuosismi, leggi cornice cromata dei fendinebbia e dei doppi scarichi posteriori avvicinano Ford Edge, da noi provata in versione Sport, al gusto dei più esigenti.


Come dicevamo, la praticità e un’essenza senza fronzoli sono alla base di Ford Edge, che anche negli interni non presenta materiali da vettura premium.
Le chicche però non mancano, a partire dal battitacco illuminato.
Proprio l’illuminazione, nell’abitacolo, è di un colore bianco convinto che dona grande neutralità a Ford Edge, che per il resto offre plastiche più che sufficienti e dure soltanto sotto il parabrezza e lungo le portiere nelle parti basse.

Per il resto, i sedili sono particolarmente comodi ed elettrici nelle impostazioni, mentre il volante può essere orientato in altezza e profondità, ma manualmente.
La posizione di guida, per i più alti, è più elevata di quanto si potesse immaginare, e anche la plancia ha uno sviluppo classico.
Il display centrale che ospita il sistema infotainment Sync 2 ha un touchscreen purtroppo resistivo, ma in generale la suddivisione delle funzioni in quattro aree è ormai un must conosciuto dai più.
Il cruscotto è analogico ma offre un paio di display che avremmo organizzato diversamente. Raggiungere le varie voci non è infatti facilissimo.

Leggi articolo originale

Nessun commento: